Jungle Hunt

Nell’estate del 1982, i sopravvissuti da Ferragosto avrebbero probabilmente trovato nella loro sala giochi preferita un nuovo gioco: Jungle Hunt. Prodotto dalla Taito, fu uno dei primi giochi ad utilizzare il parallasse e il primo arcade in assoluto a beccarsi una convocazione in tribunale dai parenti dello scrittore di Tarzan. Per questo motivo il palestrato indigeno figlio delle scimmie protagonista del gioco diventerà nelle versioni ufficiali un coraggioso esploratore vestito di tutto punto.

…ma la storia non finisce qui. In seguito Taito, che probabilmente non ne aveva ancora avuto abbastanza di cambi di personaggio e di cause legali, produrrà una ulteriore versione del gioco intitolata Pirate Pete con protagonista… un pirata! Basta Taito, Basta!

Il gioco, in seguito al successo ottenuto, verrà poi convertito da Atari a metà degli anni ’80 per i principali sistemi dell’epoca: Atari 2600, Colecovision, Commodore 64 e Vic 20, sempre nella versione “esploratore”.

error: Content is protected !!