Atari: Domande e Risposte frequenti

Che fine ha fatto l’Atari?

L’Atari come tutti i nostalgici la ricordano ormai non esiste più. Il 30 Luglio 1996 l’Atari si è fusa con l’azienda produttrice di hardware JTS.
Ma la storia non finisce qui in quanto, nel Febbraio 1998 la JTS ha venduto in blocco la divisione Atari da poco acquisita (consistente in Atari Home Computer Games e tutti i diritti intellettuali dei giochi da essa prodotti nel tempo) alla HIACXI Corp. una sussidiaria del gruppo Hasbro Interactive inc. per 5,000,000 di dollari pagati sull’unghia. Nel Dicembre del 2000 però la telenovela continua e la Hasbro stipula un contratto di licenza a lungo termine con la casa di software francese Infogrames che si impegna ad acquisire in blocco il 100% della Hasbro Interactive – Atari compresa.
Attualmente sono stati prodotti diversi giochi marchiati Atari, ma in realtà l’azienda originale poco c’entra con queste produzioni.

Cosa rappresenta il marchio dell’ Atari?

Il Logo dell'Atari su Retro-Game.it

  

Il simbolo Atari è stato progettato nel 1972 da George Opperman. La A stilizzata è un tributo a Pong*, il padre storico di tutti i videogiochi (e tra l’altro prodotto dalla stessa Atari ). Infatti la lettera del marchio è costituita da tre linee o “scie”: Due, quelle agli estremi, rappresentano i giocatori di Pong che si fronteggiano e la linea di mezzo che li divide è la rete del campo di gioco. 

*Pong, per chi non lo ricorda, è il primo videogame realizzato. Un “tennis” primitivo con due racchette agli estremi dello schermo comandate dai giocatori, una linea di divisione in mezzo che funge da rete e una pallina che viene fatta rimbalzare da un lato all’altro.

Quante versioni dell’ Atari 2600 esistono?

Parecchie! Questa una lista incompleta:

Atari 2600 VCS CX2600
E’ il nome del modello originale. Simil legno e plastica nera per il corpo macchina. Sei switch metallici sul pannello frontale.

Sears Tele Games Video Arcade I
Molto simile al modello originale, qualche modifica cosmetica. Marchiato Sears.

Atari VCS 2600A (prima revisione)
Esternamente identico al modello originale, fatta eccezione per il fatto che ci sono solo quattro switches invece di sei. Gli altri due sono sul retro della console. La scheda madre è un modello semplificato dell’originale.

Atari VCS 2600A (seconda revisione)
La seconda revisione ha un trattamento delle plastiche diverse. Scompare il simil-legno sostituito da plastica nera. La scheda madre è una versione aggiornata.

Sears Tele Games Video Arcade II
Nuovo modello completamente ridisegnato per la Sears. Migliorie estetiche includono pulsanti e led colorati. Nuova progettazione anche per quanto riguarda le schede interne che comunque utilizzano i chipset standard
del 2600.

Atari 2800
Identico al Tele Games Video Arcade II ma marchiato Atari e venduto solo in Giappone. Per questa console erano disponibili (sempre e solo in Giappone) circa 30 giochi. I box erano differenti dalle versioni americane, mentre le cartucce assolutamente identiche. L’Atari 2800 non ebbe molta fortuna, in quanto dopo poco tempo che fu messo sul mercato dovette confrontarsi con il Nintendo Famicom (NES in America).

Atari 2600 Jr
Versione modernizzata e rimpicciolita del vecchio modello, migliorie estetiche. E’ stato venduto ad un prezzo estremamente concorrenziale nel tentativo da parte dell’Atari di riconquistare il mercato dopo l’avvento degli home computers ( Commodore tra tutti).

Torna alla pagina della Console Atari 2600

error: Content is protected !!