La Console Atari 2600

L’Atari 2600 è stata la prima e più
famosa console gioco progettata dall’ Atari. Veniva anche chiamata
Atari VCS, ossia Atari Video Computer System. La denominazione “2600”
venne solo in seguito, quando Atari produsse e lanciò sul mercato
(solo in America) l’Atari 5200.

L’Atari 2600 è stata la prima console
“programmabile” di successo. In precedenza tutte le console
gioco (come Pong) non consentivano l’utilizzo di nuovi programmi ed
era possibile giocare solo con quelli pre-installati.

L’ Atari 2600 è stato lanciato sul mercato nel 1977. Le vendite ebbero subito un’impennata. Per cavalcare l’onda ed attirare sempre nuovi clienti Atari acquisto i diritti su alcuni giochi da sala e su alcuni film, oltre ad altre cose, realizzando conversioni per la sua console. Tra i grandi successi ricordiamo Space Invaders, Pac Man ed E.T. (che saranno poi oggi oggetto di numerose retro-critiche per la “frettolosa” programmazione). Nel Natale 1979 l’ Atari 2600 era il ancora il numero uno nelle vendite nonostante il suo hardware, ormai vecchio di qualche anno, risultava piuttosto datato.

Durante il grande business dell’ Atari
2600, la casa produttrice sperimentava nuove versioni, come l’Atari
2800, il 2500 e il 2200, distribuite solo in alcuni paesi e che non
ebbero – in linea di massima – grande ritorno economico. Atari
realizzò anche una versione definita 2700 che aveva come
particolarità di essere wireless… ossia con i controller senza
fili. Ma la tecnologia dell’epoca non era ancora matura per offrire
sistemi affidabili sotto questo punto di vista e quindi disturbi
radio causati dalle console ad altri sistemi elettrici nelle
vicinanze erano all’ordine del giorno. Il sistema inoltre ebbe vita
breve a causa dei costi elevati di produzione e alla crisi di mercato
che sarebbe arrivata negli anni successivi.

Atari progettò anche un prototipo su
base 2600, il CX 3000 Graduate Computer, che doveva aggiungere alla
console standard una tastiera e un modulo per programmare in basic.
Ma la console non venne mai prodotta per evitare una possibile
concorrenza interna con le linee di computer “professionali”
della stessa azienda, come l’Atari XL.

Gia’ dalla fine del 1982 le vendite iniziarono a scendere a causa dell’agguerrita concorrenza degli home computers come l’ Apple II, l’Atari 800 e il mitico Commodore 64. Gli home computers risultavano un’acquisto migliore nel rapporto qualità prezzo ed erano sicuramente più versatili come utilizzo rispetto ad una semplice console gioco.

Nel 1985 Atari tentò di rilanciare la
sua immagine proponendo sul mercato una nuova versione dell’ Atari
2600, chiamato Atari 2600 Junior o Atari 2600 JR, più economico e
più piccolo e che poteva utilizzare tutte le cartucce progettate per
il sistema originale. Il sistema trovò un buon riscontro di vendite
e venne distribuito – in alcuni paesi – per diversi anni. Era chiaro
comunque, che il declino era inziato e che l’epoca delle console di
prima generazione era al suo punto di arrivo.

Specifiche tecniche:

CCU: MOS Technologies 6507, 6502 variant also of 64KiB on 8KiB reduced address area and approx. 1.19 MHz clock frequency.

Video processor: Atari TIA, 121 different colors of 128 theoretical numbers (NTSC) and/or. 114 colors of 128 (PAL). No bit-maps; the program must produce each individual screen line in real time explicitly. To program thus very with difficulty, but for conditions at that time extremely flexibly. NT sports club programs must be rewritten for PAL and in reverse.

Audio processor: Atari TIA, two voices, various waveform-shaping. Expenditure in mono over the loudspeaker of the television.

RAM: 128 bytes; some play modules starting from 1983 additionally again contained 128 or more byte RAM in the module.

Data medium: ROM of modules. Early modules were only 2 KiB largely, originally were only 4 KiB maximally intended. Starting from 1981 however many modules contained an auxiliary hardware, in order to make by means of bank Switching larger memory addressable. Up to 16 KiB were usual, some few multi-play modules contained up to 64 KiB.

Altri contenuti:

Domande e Risposte frequenti sull’Atari

La Storia del Marchio Atari

Vedi anche: Atari 2600 Cover Gallery, Galleria delle Copertine dei Videogiochi per Atari 2600.

error: Content is protected !!