Game Designers: Will Wright

Anni 90. Chi sarà quel losco e mal vestito individuo che sembra finito sul palco per caso vicino a Shigeru Miyamoto? E’ Will Wright, il creatore di Sim-City e il papà di tutto il mondo della simulazione cittadina su computer che verrà. Da sempre affascinato dalle teorie matematiche associate allo sviluppo urbano (noiosissimi libroni pieni di formule), negli anni 80 decise di trasformarle in un software “visuale” sul Commodore 64. L’idea era semplice: creare un’isoletta virtuale, e attraverso una serie di parametri controllarne lo sviluppo urbano. Strade, macchine, linee elettriche.

Quello che oggi sembra una banalità (ormai i Sims sono anche sugli smartphone) per l’epoca era il delirio di un folle. Negli anni 80 i videogames dovevano essere azione. Missili. Alieni da abbattere. Phew! Phew! Idraulici che salvano signorine da Scimmioni incazzati e roba del genere. Per cui il povero Will veniva gentilmente accompagnato alla porta ogni volta che cercava una software house che finanziasse il suo progetto. Solo nel 1989, con i propri soldi, Will Wright riuscirà a pubblicare Sim City per PC e Mac, mettendo su la software house Maxis e creando l’impero dei “Sims”.

error: Content is protected !!